Gli utensili da giardino professionali

Utensìle o utènsile? L’enciclopedia Treccani precisa che sono giusti entrambi i termini, dipende dal contesto della frase a cui sono riferiti. Con l’accentazione piana, utensìle, il vocabolo si usa per indicare il sostantivo: la vanga, la pala, il rastrello, ecc., sono gli utensìli del giardiniere.

L’utènsile (qui adottiamo l’accentazione sdrucciola) è il termine che si adotta per indicare l’aggettivo: la macchina utènsile ne è un esempio.

Gli utensili da giardino

Chiarita la giusta pronuncia, passiamo a parlare degli utensili che si utilizzano in giardino. Come in tutte le lavorazioni, anche quelle eseguite nel giardino necessitano degli attrezzi adatti. Gli utensili da giardino possono essere divisi in due tipi: quelli per privati e quelli per professionisti. La loro forma non cambia, ma gli utensili da giardino professionali sono realizzati con materiali e componenti più adatti all’utilizzo intensivo, in condizioni non sempre ottimali e sotto stress.

L’acciaio con cui sono realizzati è adatto agli impieghi per cui sono destinati: si tratta di un acciaio ad alta qualità e le lame sono forgiate e temprate, con la successiva affilatura eseguita a mano. Le loro impugnature sono realizzate in modo da non stancare gli arti (mano e braccio) che dovranno utilizzarli. Il costruttore cerca di realizzare le impugnature in legno o cuoio per rendere la presa ferma e sicura, ma al contempo avere un materiale costituente leggero, che non incida troppo sul peso finale dell’attrezzo. Per questo motivo, per eseguire le stesse, generalmente si usano il faggio e il frassino.

Gli utensili da giardino professionali

Per citarne alcuni possiamo parlare delle roncole, falciole, machete, attrezzi adatti alla pulizia da rovi e rami di piccoli alberi. Vengono utilizzati nei casi in cui non è possibile impiegare i decespugliatori a motore e le motoseghe o il loro impiego è dispersivo. Anche gli svettatoi sono impiegati in quei casi in cui è più veloce il loro utilizzo, rispetto all’impiego di scale o cestelli; così come quello dei segoncini. Per la potatura sono disponibili cesoie per potatura di diverse forme e dimensioni: partendo dalle forbici per potatura classiche si passa per le forbici per la portatura delle siepi, fino ad arrivare ai troncaramiPale, badili e zappe hanno un ruolo marginale fra gli utensili da giardino professionali, perché il loro lavoro viene svolto principalmente con le attrezzature meccaniche, mentre le forche vengono utilizzate per la rimozione della ramaglia risultante dai residui di potatura e le erbacce.